Galleria

Opere Previous

Pastorella

L'opera, che può essere collocata nel decennio fra il 1930 e il 1940, come in quasi tutti i dipinti di Raffaello Celommi, tende a catturare l'attenzione dell'osservatore valendosi della luce che essa stessa promana con le tonalità rosse e dell'effetto, quasi caravaggesco che il sole radente del tramonto ha sulle figure e sul paesaggio. Infatti, nella porzione di prato posta in primo piano (alla destra dell'osservatore) prevale una tonalità calda e scura creata proprio per dare risalto all'effetto luminoso che il sole al tramonto, basso sull'orizzonte e con i suoi raggi radenti, produce sull'erba, mettendone in risalto, sul fondo scuro, i ciuffi e i fiori primaverili.

Nel dipinto, come in quasi tutte le opere di Raffaello Celommi, prevalgono i toni caldi giustapposti a toni più freddi, che qui si colgono sulla parte di prato posto al di là della strada il quale a sua volta verso l'orizzonte degrada con toni roseo-violacei. Essenziale è anche la figura, che Raffaello Celommi pone al centro dell'attenzione. E' la figura di una pastorella che, lieta di aver portato a termine il lavoro, fa ritorno in famiglia, con le pecore che aveva portato al pascolo. E' il classico tema bucolico che si ritrova in molte opere del Nostro.

Luigi Celommi

Autore: Raffaello Celommi
Informazioni: olio su tela, cm 100 x 60 - firmato in basso a sinistra “Raffaello Celommi”

Leave a Comment

Contatti

  • Italian (IT) translation has not been installed, but is available. To fix this problem simply install this extension once again, without uninstalling it. Learn more.
captcha
Reload

Riconoscimento

 

 

Il presente sito utilizza i "cookie" per il suo funzionamento e per facilitarne la navigazione.