Galleria

Opere Previous

Il voto

Il dipinto è da considerarsi il modello di formato ridotto del celeberrimo dipinto, Il voto(conservato alla Galleria Nazionale d' Arte Moderna di Roma, inv. 992). Fu realizzato tra il 1881 e il 1883 dal Michetti che volle raffigurare la festa del 27 luglio dedicata a S. Pantaleone, patrono del paesino di Miglianico in Abruzzo. Prima di compiere la grande tela, acquistata all'Esposizione Internazionale di Roma del 1883, egli realizzò almeno una dozzina di bozzetti dal vivo (12 i pastelli e le tempere su carta conservati alla GNAM di Roma) che riprendono la festa popolare e documentano il laborioso ed impegnativo studio per il quale Michetti si avvalse anche dell'ausilio della macchina fotografica. La nostra redazione ad olio si aggiunge alla datazione della serie dei bozzetti.

Il dipinto segna una svolta importante nell'attività di Michetti soprattutto per la scelta avviata in controtendenza alla richieste del mercato europeo, impressa di forte carattere realistico. L'artista cerca una strada naturalistica decisamente diversa da gli “idilli bucolici” misurati dall'apparizione di contadine e pastorelli col loro gregge, ispirati alla sua terra d'origine, apprezzati dalla critica e di vasto consenso commerciale.

Il voto segna un nuovo percorso di stile e di linguaggio della poetica naturalistica di Michetti che, nell'osservazione delle grandiose scenografie popolari, si serve di grandi formati ad olio. Quasi certamente accompagnato dall'amico Gabriele D'Annunzio -autore di romanzi contemporanei quali Terra Vergine del 1882 e San Pantaleone o Gli Idolatri  del 1886-. Michetti ripone attenzione ai valori delle tradizioni arcaiche della fede e dell'antropologia individuando necessità espressive dissimili da un luogo all'altro. Attraverso questo nuovo modello di rappresentazione , quasi di nuovo carattere epico, Michetti crea l'esigenza di una diversa concretezza naturalistica, dando voce a nuovi percorsi della storia. Qui è il nerbo della grande pittura espressa nel Il Voto come pure nelle opere successive dell'artista, Il Morticino, La Figlia di Jorio, Gli storpi, Le serpi.

Nel raffigurare l'esaltazione dei riti e delle superstizioni popolari che sopravvivono nei luoghi dell'entroterra abruzzese, Michetti sperimenta un nuovo campo di indagine naturalistica in modo che quelle forme di fanatismo popolare possano offrire un panorama preciso e circostanziato della nostra storia sociale, dopo l'Italia unita.

L'opera suscitò un vivace dibattito tra artisti e critica del tempo e costituì una grande novità rispetto al contesto ancora accademico e patriottico della pittura del tempo. La composizione fa centro sulla moltitudine delle figure devote, in piedi e inginocchiate, alcune attori -quelli che procedono strisciando verso la venerata effigie del santo-, altre spettatori della scena che si va svolgendo all'interno di una chiesa.

Nel “modelletto” ritroviamo la trascrizione precisa e puntuale dei personaggi e ella scenografia dell'opera di grande formato.

Luisa Martorelli


SCOPRI I PARTICOLARI

 

Autore: Francesco Paolo Michetti
Informazioni: Il Voto, olio su tela, cm. 33,5 x 95,5 - Firmato in basso a destra - Collezione Privata
Bibliografia:
  • Asta di un'importante gruppo di dipinti dell'ottocento proveniente dalla Collezione Ravasco, Franco Semenzato, Venezia, 1981, p. 120.
  • VI rassegna di pittura dell'Ottocento italiano (Villa Olmo), Como, 1996, tav. 11.
  • The international antiques show (Milano, Palazzo per le Belle Arti ed Esposizione Permanente), Milano 1999.
  • Giuseppe Luigi Marini: Il valore dei dipinti dell'Ottocento e del primo Novecento, 1997-1998, Torino 1997, tav. a colori.
  • L'Ottocento napoletano nelle collezioni private, Napoli 1999, tav. LXXI.

Leave a Comment

Contatti

  • Italian (IT) translation has not been installed, but is available. To fix this problem simply install this extension once again, without uninstalling it. Learn more.
captcha
Reload

Riconoscimento

 

 

Il presente sito utilizza i "cookie" per il suo funzionamento e per facilitarne la navigazione.