Galleria

Opere Previous

Barche

Nell’opera Barche l’artista abbassa il punto di ripresa e fa emergere il terreno informe che incombe come un collinetta franante sull’acqua ferma del mare. Qui il colore bruno del terreno in primo piano fornisce un forte scarto tonale rispetto allo specchio d’acqua che si allarga sino all’ultimo orizzonte con un imprevisto passaggio espressivo, dal forte strappo cromatico, al cielo inondato di luce, quella stessa luce che batte sulle figure dei pescatori, resi a macchie sintetiche.
Muzii in effetti mostra di assorbire, con la determinazione riflessiva che gli è congeniale, il nuovo clima che si respira a Parigi ed evolve verso vedute di mare vibrante; acqua e figure solcate da brividi di luce; la pennellata si fa più sensitiva; gli alberi delle vele ammainate, interrompono la monotonia degli azzurri; le striature luminose dei riflessi segmentano lo specchio d’azzurro.

Paola Di Felice

Autore: Alfonzo Muzii
Informazioni: olio su tavola - cm 32 x 42,5 - firmato in basso a sinistra "A Muzii" - Collezione privata
Bibliografia:

P. Del Cimmuto (a cura di): Abruzzo e Abruzzesi nella pittura dell'Ottocento e del primo Novecento. Personalità, tematiche e stii di un secolo d'oro, Cat. Mostra Chieti, 15-27 luglio 2014,  Ed. Galleria Trifoglio.

ESPOSIZIONE: Abruzzo e Abruzzesi nella pittura dell'Ottocento e del primo Novecento. Personalità, tematiche e stili di un secolo d'oro, Chieti, Galleria Trifoglio, 15-27 luglio 2014.

Date: Castellammare Adriatico 1856 - Pescara 1946

Leave a Comment

Il presente sito utilizza i "cookie" per il suo funzionamento e per facilitarne la navigazione.